Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Shopping’

… altrimenti rischiavamo di tornare a casa con due auto, escluso il nostro Kangoo, ovviamente…

La Renault, già sponsor del Top 14, ha stretto un accordo con lo Stade Français e ha messo in commercio un’edizione limitata della Kaleos, nei modelli Carminat

visuel_koleos
vignettes_koleos

… e Dynamique DCI 2 L 150 CH 4×4.

visuel_koleos_02
vignettes_koleos_02

Lo ammetto, sono meno pratiche e più costose di un telefono o di una stampante… o di una serie di vini

090909_conf-vin_b

… ma se si tratta di collezionismo…

Dimenticavo, qualcuno dovrebbe dire a Guazzini che noi stiamo ancora aspettando le action figure, avrei un po’ di regali natalizi da sistemare…

Annunci

Read Full Post »

Consigli per gli acquisti

Una delle cose che viene più criticata ultimamente è la tendenza dei vari giocatori ad apparire in pubblicità e calendari (inutile specificare quali calendari… mentre tra le pubblicità una delle più colpevolizzate è quella di Dolce&Gabbana), come se questo potesse influire sulla prestazione in campo.

image02

Alcuni dicono che il rischio sia quello di farli sentire troppo personaggi, facendo perdere loro un po’ la testa… non so se i nostri (nell’ordine nella foto Denis Dallan, Sergio Parisse, Ezio Galon, Andrea Masi, Gonzalo Canale) si possano accusare di questo, ma è certo che all’estero, in un posto a caso… in Francia, la partecipazione a pubblicità o programmi televisivi è cosa quasi normale… e non solo per prodotti collegati allo sport, come quella di Gonzalo Canale per la Nike da noi in patria.

3275299462_3937810092_o

In Francia sono molti i giocatori che pubblicizzano linee di abbigliamento, sportivo o meno… come Vincent Clerc del Tolosa…

vincent-clerc-photo-sexy

… o Christophe Dominici, Pierre Rabadan e Dimitri Szarzewski dello Stade Français…

20070921mag000000412_31490_1

Non si può certo dire che la Bic sia indispensabile per giocare a rugby, ma la pubblicità con Dimitri Szarzewski rende benissimo lo stesso…

l_a3485ebc189eaefe61dd64d2dc403ac2

… così come quella di Fabien Pelous per un’acqua catara.

water

Del resto, chi meglio di Sébastien Chabal potrebbe pubblicizzare un profumo da uomo…

chabal2-5783-142

… o di un resort nel sud del paese…

929455-1151206

… o di un libro di ricette ovali

rostang_chabal

… o come modello per World of Groggs, un negozio gallese che produce miniature di personaggi famosi…

chaball

… con un occhio di riguardo ai giocatori di rugby famosi, meglio se gallesi come James Hook

jameshook

Resta il fatto che i francesi danno il loro massimo nelle affiches per pubblicizzare le partite…. come ha fatto il Brive per invitare le famiglie a vedere il prossimo scontro con il Bayonne…

affiche_bayonne

Read Full Post »

Non solo calendari

Una parte dell’ultimo shopping non è legata solo all’acquisto dei calendari mancanti, ma anche ad altra gadgetisitica targata Stade.
Dopo lunga attesa, sono riuscita a mettere le mani su uno dei telefoni della Sony Ericsson con i colori dello Stade Français… grazie ad eBay e ad un venditore inglese.

ericssons500istf2

Essendo settato per l’Inghilterra, il nuovo arrivato parla solo in inglese (o francese, tedesco, turco, zulu o bantu)… ma non in italiano.
Dopo il primo momento critico, devo ammettere che usare in t9 in inglese non è affatto complicato. Molte delle parole, tranne che per l’ultima vocale, esistono anche in inglese (anche se significano altro) e – al massimo – si scrive per sillabe… dovrei provare ad usare il francese, per vedere se è ancor più simile.

Dopo la consegna dell’ultima maglia, effettuata ieri, possiamo anche dire che ci siamo prese uno stock di t-shirt, direttamente dalla boutique dello Stade, di magliette della serie pink is beautiful.
Il prossimo acquisto potrebbe essere una zolla di pelouse dello Stade de France… in vendita presso la boutique.
Non ci sono conferme su chi, però, potrebbe averla calpestata.

inclupelouse_2

Read Full Post »

… non ci resta che aspettare il 2010 per vedere qualcosa di nuovo.

Dieux du Stade 2001

Dieux du Stade 2001

Dieux du Stade 2003

Dieux du Stade 2003

Grazie ad un venditore privato di Amazon sono riuscita a trovare i due numeri che mi mancavano del calendario e, approfittando di una versione due al prezzo di uno, mi sono decisa a comprare anche due dei making of,  più precisamente quelli del 2004 e del 2005.

511gj8a42kl_ss500_

Peccato che non si veda il retro della scatola… la foto di Dimitri Szarzewski meritava di comparire.

Read Full Post »

A settembre, molto prima che uscissero le prime immagini o si iniziasse a parlare delle magliette, lo Stade Français ha tenuto una presentazione, presso la boutique Séphora di Parigi, della sua linea cosmetica legata al nome Les Dieux du Stade.

La linea, legata ovviamente al calendario, comprende, oltre ai prodotti di bellezza dai nomi evocativi (Essai Transformé, Coup d’Eponge, Crème des Dievx, Surface de Réparation, Carton Rouge, Retour au Vestiaire, Sous la Mêlée, Crâne Rasé), anche una serie di magliette con un ottimo uomo immagine (per una volta Julien Arias non sembra avere un’espressione spaventata…), ma molto meno… colorate rispetto a quelle proposte in altre sezioni della boutique.

Trascurando il fatto che il prodotto chiamato Coup d’Eponge mi fa tanto venire in mente uno dei personaggi del PAC, qui sopra lui e la sua spugna in una delle loro migliori interpretazioni, mi pare un ottimo nome anche quello proposto da Profumissima qualche commento fa, ovvero Raptus nello spogliatoio… non so perché ma penso di avere in mente anche la musica adatta al suo spot pubblicitario… il pezzo Les garçons dans les vestiaires di Clarika.

Chi ha visto il making of del calendario del 2004 riconoscerà la canzone, essendo stata usata come sottofondo per uno degli scatti. Ma, anche nel video realizzato dalla stessa cantante, si riconoscono facce e ambienti familiari (e anche calendari, se per questo).
Una piccola ricerchina e ecco trovato il making of anche del video di Les garçon dans les vestiaires… con intervista a due dei protagonisti. Non riuscendo a postare il video stesso… vi lascio il link alla pagina dove trovarlo.

Read Full Post »

E’ da quando siamo andate in crociera che la parola compensare ha un solo significato: Shopping Selvaggio… che, pronunciato da una bolognese, raggiunge vette inimmaginabili.
Si compensa quando la situazione che ti coinvolge ti lascia a disagio… che sia colpa del mare in tempesta, di una notizia appena letta o di un sito appena visitato non fa differenza.
Stress uguale a necessità di compensare uguale soldi spesi in shopping.
Lapalissiano!

Ieri sera gironzolavo per siti e ho pescato quello ufficiale dei Llanelli Scarlets, squadra gallese di dubbia reputazione (che non sempre nel rugby è un male) che sembra in grado di far tremare le ginocchia anche ai temibili All Blaks.
Ma non è stato questo il motivo per cui è sorta la necessità di compensare, ma il pensiero che 15 (22+1 contando le riserve) Scarlet, rossi dalla testa ai piedi, fossero tutti concentrati nello stesso posto, allo stesso momento… quasi una visione da incubo!

Will Scarlet (così come interpretato da Ray Winstone nella serie tv Robin of Sherwood) è il prototipo del personaggio sfortunato al massimo e portatore di iella (più a se stesso che agli altri, a dire il vero) per eccellenza… Il nome scarlet evoca, da sempre, Will Scarlet e, solitamente, è bene toccare ferro quando lo si nomina… o anche solo ci si pensa.
Quindi è facile immaginare che anche solo l’idea di 15, ripeto quindici, Scarlet tutti riuniti su un campo possa risultare, per così dire… inquietante.

Quindi si compensa e, cosa in realtà mai fatta prima, si fa una ricerca sui soliti Dieux du Stade su Amazon.com invece che sul solito Amazon.fr… e cosa si trova?
Si trova il libro realizzato per il calendario del 2004 a metà del prezzo a cui viene venduto in Europa… ok, si tratta di una spedizione dall’America che a volte vince una tassa di importazione… ma anche considerando il balzello, il prezzo finale risulterebbe comunque la metà di quello completo francese.
Ma non ci si ferma qui… visto che la fortuna gira, si continua a cercare e…

Dieux du Stade 2002

… facendo un giretto su eBay si trova in vendita il calendario del 2002… con una opzione buy it now che, compresa di spedizione, raggiunge a mala pena il prezzo originario dell’oggetto.
Considerando che l’ultima volta che l’avevo visto in rete costava tre volte tanto… direi che si trattava di un’occasione da non perdere… così…Così sia il libro che il calendario sono in viaggio dagli Stati Uniti verso casa mia… tenete le dita incrociate e, se necessario, compensate…

 

Read Full Post »

Ovvero gli incontri tra le Nazionali che si svolgono extra campionato (qualsiasi sia il campionato…).
Ma, in questo caso, faccio riferimento ad un gioco da tavolo…

TEST MATCH le jeu de société réaliste sur le Rugby… ricrea tutte le situazioni che si possono verificare in un vero incontro di rugby, almeno così dice il sito.

Ora… le nostre preferenze in giochi da tavolo vanno prevalentemente a Carcassonne (una ricerca sul gioco ha puntato qui e presto ne parlerò più dettagliatamente), Bang e – in altri tempi, ma sempre divertente quando si riprende in mano – Fuga dalla Morte Nera… ma ho come il sospetto che presto una nuova scatola si aggiungerà nel mio armadio…

Read Full Post »

Older Posts »